“Ah, io quest’anno al Miami non ci vado”

“Ah, io quest’anno al Miami non ci vado”. Convinta, convintissima. “Costa troppo, c’è troppo casino, fila per mangiare, fila per bere, fila per andare in bagno, fila dappertutto”.

E poi, non ho esattamente capito come ma un sabato da temperature che manco in Sicilia ad agosto, ci siamo trovate su una Lancia Y con il condizionare a palla (e i finestrini giù), alle ore 16, in direzione Magnolia.

Dopo due ore eravamo davanti ad un banchetto di trasferelli, felicissime: “io lo voglio qui”, “no, anzi qui”, “Oh guarda questo”, “li voglio tutti”. Insomma, l’entusiasmo da festival non deve mancare ma soprattutto non deve passare (nemmeno quando i vostri piedi sono stati calpestati 20 volte mentre cercate di raggiungere il bancone del bar). Come sopravvivere? Allora, vediamo:

1. Ricordarsi che Miami sta per “Musica Importante a Milano” quindi iniziate a guardare il libretto per capire come muovervi e quali artisti ascoltare, luogo e ora. Dopo due ore il vostro programma sarà andato a quel paese ma almeno ci avete provato. “Ma dov’erano i Pop X?”, “Ma questo è il palco Ritzla o cosa? cosa!”

2. Comprate tutti i gettoni della birra quando non c’è ancora nessuno (Lo so è la scoperta dell’acqua calda ma il vero problema è ricordarselo…). Ci sarà un momento della serata in cui arriverete al bancone orgogliosi di voi stessi, “vedi mamma che la laurea serve a qualcosa”.

3. Passate la prima ora sdraiate su un prato a godere dell’atmosfera da festival “che manco il Coachella”, fiori in testa e birra in mano. In questo modo, quando inizierete ad avere solo chiappe ad altezza occhi, sarete riposate e potrete partecipare all’entusiasmo collettivo #comesenoncifosseundomani. Potete anche fingere eh…

4. Fate i trasferelli, senza non siete nessuno. Andate al banchetto (ancora sobrie possibilmente) e fatevi fare tutti i tatuaggi che volete in posti assurdi ma visibili, ovviamente. Ananas e anguria erano quelli che andavano di più ma anche i cuori avevano un bel numero di fan. Mentre lo fate potreste avere la fortuna di beccare un tipo che avete visto per sbaglio in TV, mentre mangiavate la torta di compleanno di vostra zia. Non sapete assolutamente chi è ma fate gomito alla vostra amica, “è uno famoso”. Salutatelo con un sorriso a 56 denti e andatevene. (C’è qualcuno che mi può aiutare ad identificare il tipo? E’ quello che interviene durante la trasmissione di Cattelan …)

5. Quando tutto inizia ad essere un gran casino e l’unica cosa che vi sostiene è il pensiero del vostro bellissimo e morbidissimo e freschissimo letto a due piazze, uscite dalla folla e con grande indifferenza iniziate a cercare la vostra amica dispersa da qualche parte. Nel frattempo, andare alla bancarella dei libri a 3 euro a sfogliare le biografie dei grandi artisti come se voi, quei libri, “uff, li ho letti tutti” ;).

Oh, comunque io l’anno prossimo al Miami non ci vado.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...