C’è chi la Puglia, chi invece il ≈Belize≈.

E mentre Adelia dal red carpet di Venezia fa un salto “a ballare in Puglia” grazie all’intervista con Caparezza, a Varese per il tour di presentazione del disco Prisoner (e tagga la sottoscritta su Instagram facendo dell’ironia sulla nostra somiglianza – immagino si riferisse al pizzetto e non ai capelli), a me spetta “cantare in ≈Belize≈” (che, per chi non lo sapesse, è uno stato che si affaccia sul Mar dei Caraibi e si trova qui).

E che tradotto vuol dire “dare un parere ben motivato e soprattutto non richiesto” su “Pianosequenza“, il singolo presentato ad X-Factor dai ≈Belize≈, band varesina nata sotto l’ala protettiva di Ghost Records nel 2014 e -a quanto pare- molto fan degli Afterhours 🙂 .

Adelia sono giorni che dice che dovrei scrivere dei ≈Belize≈. Soprattutto perché li ho seguiti da vicino fin dalla nascita del progetto musicale. Ed eccomi dunque con un tempismo non propriamente giornalistico a parlare di una notizia che non fa più notizia. 

Come ampiamente documentato sui social i ≈Belize≈ hanno partecipato al talent show settimana scorsa, presentando come cover “Ninna Nanna” di Ghali e come inedito il nuovissimo singolo. Che ha convinto tutti: da Mara Maionchi che durante il cambio palco pensava stessero per “suonare i Pink Floyd”, a Fedez che con un perfetto inglese ha commentato “è ‘n’altra roba”, a Manuel Agnelli a cui “piacciono molto, il progetto è fresco”.

4 sì che gli hanno permesso di passare le audizioni del programma televisivo.

Esattamente come i giudici di X-Factor mi limiterò ad esprimere pareri a caldo, di pancia, dal punto di vista di una trentenne che va ai concerti per emozionarsi. Un po’ quello che mi veniva richiesto quando ascoltavo i brani in anteprima in saletta.

  1. I ragazzi bucano lo schermo (che proprio Fedez levati).
  2. Anche Yed è videogenico. Non me lo aspettavo. 😀 (non c’è alcuna battuta razzista velata).
  3. Anche Tava con quei capelli rossi che tanto mi ricordano i colpi di testa del bassista dei Red Hot Chili Peppers.
  4. Il videoclip è girato da Dede, il batterista. Fenomeno come batterista, altrettanto fenomeno come regista.
  5. Il singolo ti entra dentro fin dalle primissime note. “Quello che vuoi tu, non è quello che voglio io” è già un tormentone. Quanto meno sotto le mie docce.
  6. Quel suono nipponico fa letteralmente impazzire, raffinato come la salsa di soja mescolata al wasabi. Motivetto che sa di vassoietto di sushi mix portato da Foodora e consumato in una stanza, in solitudine, al 7° piano di un palazzone a Porta Nuova. Un po’ alla Bill Murray in hotel a Tokyo in “Lost in Translation“.
  7. Riccardo le farà innamorare tutte (anche se la nota vocale iniziale del videoclip potrebbe alla lunga annoiare e farle, al contrario, allontanare tutte). 🙂

Le premesse sembrano davvero ottime. Non ci resta che attendere l’uscita del nuovo disco “Replica” (e già l’ossimoro mi piace) atteso per il 3 novembre 2017.

Il videoclip 

L’esibizione a X-Factor 

http://xfactor.sky.it/showvideo/368119/I-Belize-alla-conquista-di-Manuel-Agnelli/21-09-2017/all.all/

Anna M.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...